Attenzione alle carenze durante la gravidanza

Attenzione alle carenze durante la gravidanza

Per svilupparsi bene durante la gravidanza, il feto attinge i nutrienti di cui ha bisogno dalla scorta di sua madre. Può quindi essere carente di vitamine e minerali. Una soluzione: integrazione.

Anche quando segue una dieta equilibrata, una donna su tre in gravidanza è carente di vitamine e minerali durante la gravidanza. Il suo fabbisogno di ferro e vitamina D raddoppia e il suo fabbisogno di iodio e vitamina B9, noti anche come acido folico o acido folico, aumenta del 30%. E per una buona ragione, il futuro bambino attinge direttamente le sostanze nutritive di cui ha bisogno nelle riserve della madre.

Folati, essenziali per lo sviluppo del feto

  • Questa vitamina consente l'espansione del tessuto materno e la crescita fetale. La carenza di folati può portare a difetti del tubo neurale (strutture cerebrali e del midollo spinale) o limitazione della crescita intrauterina.
  • Verdure verdi, frutta, noci, lievito frizzante, uova o formaggi pastorizzati... i folati sono presenti nella dieta quotidiana. Ma per il benessere del bambino, si raccomanda di integrare sistematicamente le donne non appena desiderano concepire e continuare questa integrazione per 8 settimane dopo l'inizio della gravidanza.

Altri nutrienti essenziali

  • Se il folato svolge un ruolo importante durante la gravidanza, ferro (carne, budino nero o legumi), iodio (pesce, uova), vitamina D (pesce azzurro, tuorlo d'uovo) e DHA (sardina, salmone) forniscono anche nutrienti alla futura madre essenziale per la sua salute e quella del suo bambino.

Stéphanie Letellier

Veloce, dai un'occhiata al nostro dossier alimentare e di gravidanza