Dondolare il bambino è dirgli: "Ti amo"

Dondolare il bambino è dirgli: "Ti amo"

Il tuo bambino piange e esiti a prenderlo tra le braccia per paura di rendere capriccioso un bambino ... Tuttavia, scuotere il tuo bambino fa bene a lui ... e anche a te.

  • Ascolta il tuo istinto materno, soprattutto perché diversi studi hanno dimostrato che più prendiamo il suo bambino tra le sue braccia quando piange, meno piangerà nei mesi seguenti.
  • Per nove mesi ha vissuto su un ritmo: il tuo. Niente di te gli era estraneo: il minimo dei tuoi movimenti, il battito del tuo cuore ... Cullandolo, lo aiuti a atterrare dolcemente sul nostro pianeta "immobile", ricrea alcuni di quei momenti in cui lui e te erano uno. Affinché si sviluppi armoniosamente, il tuo bambino ha soprattutto bisogno di sicurezza emotiva. Il dondolo è una prova tangibile del tuo amore per lui.
  • Inoltre, il tuo bambino è già un essere umano a sé stante e le sue lacrime hanno una spiegazione. Potrebbe essere affamato o assonnato. Potrebbe anche provare angoscia, sentirsi solo. Per placare il suo dolore, non c'è rimedio migliore del dondolio. A contatto con il tuo corpo, si rilasserà rapidamente, si calmerà. Niente batte un abbraccio per favorire il sonno.
  • Non esitate a unire il gesto alla parola: cantare, ballare. Le ninne nanne sono in giro dall'alba dei tempi ... e hanno fatto dormire migliaia di bambini.

Anche il dondolo ti calma

  • Sentire piangere il suo bambino senza riuscire a calmarla, è così stressante per una mamma! Fai una passeggiata: il dondolo della carrozzina è spesso efficace. O metti il ​​tuo bambino contro di te nel suo marsupio: si sentirà al sicuro ... e puoi continuare a fare i tuoi affari.