Dormi bene per avere successo a scuola

Dormi bene per avere successo a scuola

In un bambino, dormire bene è un fattore di successo accademico. I legami tra sonno e memoria sono una certezza supportata da anni di ricerca scientifica. È anche importante andare a letto a orari regolari.

Il sonno è bello da imparare

  • Sonno e apprendimento: l'esistenza di legami tra i due non è uno scoop! Nel 1979, uno studio condotto da un ricercatore francese, Henri Poulizac, fece alcune rivelazioni interessanti in questo settore. Studiando un campione di bambini di età compresa tra 7 e 8 anni, di coloro che dormono meno di otto ore a notte, il 61% ha avuto un ritardo scolastico di almeno un anno e nessuno era in anticipo. D'altra parte, tra i bambini che dormono più di dieci ore, solo il 13% era in ritardo e l'11% era in anticipo di almeno un anno.
  • Nel corso degli anni, la ricerca si è susseguita per cercare di spiegare perché il sonno potesse promuovere il successo accademico e quali meccanismi fossero in gioco. "È stato possibile evidenziare il ruolo essenziale del sonno REM nei processi di memoria, spiega Sylvie Royant-Parola, psichiatra del sonno e presidente della rete Morphée Durante il periodo in cui si sogna, il cervello fa molto lavoro per riparare il nuovo apprendimento, integrarlo con ciò che è già acquisito. "
  • Più recentemente, grazie all'imaging medico, ci siamo resi conto che anche il sonno lento era coinvolto in questi processi di memorizzazione. Ciò non sorprende perché è in questa fase che il corpo secerne l'ormone della crescita e produce aminoacidi e proteine. I mattoni necessari per costruire le connessioni neurali necessarie per la memorizzazione.

Per andare a letto ad orari regolari, conta!

  • Per molto tempo, ci siamo concentrati sul numero di ore di sonno necessarie per un bambino durante la notte: in media da dodici a tre anni, da dieci a 12 anni. "Ma negli ultimi anni, molte opere evidenziano l'importanza dei ritmi e la loro regolarità, dice lo specialista.
  • In effetti, non è sufficiente che un bambino dorme le sue ore felici, deve anche andare a letto e alzarsi alle ore normali. Altrimenti, l'organizzazione dei cicli del sonno viene interrotta e alcune secrezioni ormonali vengono interrotte. Di conseguenza, il processo di memorizzazione è negativo, così come quelli che regolano gli stati d'animo. "È così che il bambino, il giorno dopo, può essere agitato in classe, impulsivo e insensibile. Non è l'ideale per avere successo ...

Isabelle Gravillon, con la collaborazione della dott.ssa Sylvie Royant-Parola, psichiatra del sonno e presidente della rete Morphée.