Benessere

11 consigli per semplificare la vita e smettere di gemere


Molto spesso si sente il tintinnio, e naturalmente è colpa degli altri, dei figli o del coniuge. In un libro pieno di umorismo e buon umore, "Smetto di lamentarmi dei miei figli (e del mio coniuge)", l'allenatore Christine Lewicki e sua sorella Florence Leroy ci danno consigli per trovare serenità.

E se smettere di lamentarsi fosse cambiare prima il tuo stato d'animo? Per finire con i piccoli problemi che si trasformano in dramma per un sì o un no con i bambini. Ecco 11 consigli per trovare una vita familiare più tranquilla e sbarazzarsi di questa abitudine inquinante.

1- Semina piccoli messaggi di istruzioni

  • Invece di ripetere e sprecare inutilmente la tua energia, scrivi piccoli messaggi dove hai istruzioni da dare. Ad esempio, sopra l'interruttore nel corridoio, un discreto post-it con la scritta "spegni la luce" ti eviterà di ripetere che deve essere spento. Ma non dimentichiamo che anche la moderata ripetizione fa parte del ruolo genitoriale. Non tutto viene acquisito la prima volta da bambino.

2- Organizzare la casa per semplificare la vita

  • Vogliamo che tutti partecipino a casa? Quindi proviamo a organizzare i luoghi per facilitare i compiti di tutti. Ad esempio, metti i bidoni della biancheria sporchi in ogni stanza e colori diversi affinché i più piccoli possano trovarsi lì. Creiamo ancora un manuale utente semplificato della lavatrice per i bambini più grandi.

3- Usa una "tabella delle emozioni"

  • Le emozioni non sono controllate, fanno parte della vita quotidiana. Disegna su un foglio di facce (piccole faccine) che mostrano uno stato d'animo diverso, chiamale e poi visualizzale sul frigorifero. A lato, su un altro foglio, scrivi le diverse esigenze che tutti possono sperimentare. Ad esempio "Ho bisogno di abbracci". Al mattino, ognuno controllerà le caselle corrispondenti al suo umore e alle sue esigenze. Il dialogo sarà più facile e questa conoscenza delle emozioni di tutti incoraggerà la discussione in famiglia.

4- Parla insieme di ciò che ci piace

  • Prenditi il ​​tempo per ascoltare tuo figlio e parlare con lui di ciò che lo spinge, appassionato. Si sentirà riconosciuto e avrà meno difficoltà ad accettare i vari compiti che deve svolgere durante il giorno. Non c'è bisogno di gemere.

1 2 3