Lo leggono tutti!

Lo leggono tutti!


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Durante le prime settimane, potresti trovare più facile far dormire il tuo piccolo con te. Ma oggi, vorresti che dormisse nel suo letto ... Il consiglio della nostra specialista, Emmanuelle Rigon, psicologa.

Il problema

Hai provato a farlo dormire nel suo letto ... ma finisce sempre per passare una parte della notte nel tuo.

Chi lo disturba?

  • Tuo figlio. In molte società, i bambini dormono con i genitori. Ma alcuni pensano che un bambino non abbia nulla a che fare nel letto matrimoniale e che, volendo proteggerlo, rischi di essere insicuro.
  • Voi. Vorresti un po 'di privacy con il tuo coniuge.

SOLUZIONE CASO PER CASO

Si è adattato al tuo ritmo

  • Per vari motivi (stai allattando, lo trovi più conveniente o ti rassicura ...) hai scelto di dormire con il tuo bambino. Ma non volevi che diventasse un'abitudine.

Cosa fare:

  • Prima di 6 o 8 mesi, una culla nella camera dei genitori può essere adattata alle esigenze della famiglia. Quindi il tuo bambino può scegliere di vivere nella sua stanza o in un'area separata. L'importante è che tu ti senta a tuo agio con la soluzione che hai scelto.
  • Ma se la presenza del tuo bambino spinge regolarmente uno dei suoi genitori fuori dal letto, può portare in seguito, quando il tuo bambino è cresciuto con una sensazione di potere mista a preoccupazione ambivalente: "Dov'è papà? per inseguirlo? "...

Cosa dirgli:

  • "È il letto di tuo padre e il letto di tua madre, dormirai accanto ad esso, nel tuo lettino, non hai motivo di aver paura." Stai tranquillo, è piccolo, ma capisce già molto bene.

1 2