Gallerie

17 cose fantastiche da sapere sui bambini


Visualizza la presentazione

Tanta conoscenza: un bambino, sbava, è pesce, può contare e molte altre cose incredibili ... Per adottare l'atteggiamento giusto verso tutte le sorprese che il tuo bambino può riservare a te, meglio essere avvisato ...

Anche, pure

Baby: 10 punti comuni con E.T.

Dimmi piccola, cosa stai pensando?

17 cose fantastiche da sapere sui bambini (17 foto)

1. Un bambino, può avere l'acne

L'acne può iniziare i primi giorni di vita e persistere per alcune settimane. Si siede preferibilmente sugli zigomi, a volte sulla fronte e sul mento. I neonati hanno maggiori probabilità di essere colpiti. Il colpevole: il tasso di ormoni materni che diminuisce gradualmente nel loro sangue. Pulisci il viso del tuo bambino con acqua e sapone per il pane, risciacqua e asciuga. Questi pulsanti non devono mai essere perforati, altrimenti si innescherà una superinfezione. L'evoluzione è sempre benigna.

2. Un bambino, può nascere peloso!

Consternation! Alla nascita il tuo bambino è decorato con un grande piumino, il lanugo, che copre la parte superiore delle spalle e la schiena, le guance e la fronte. Questi peli sgradevoli, che hanno fornito protezione durante la gravidanza, cadranno nei primi mesi, come parte dei capelli se sono abbondanti alla nascita. Ragazze e ragazzi possono presentare questi capelli temporanei senza peli!

3. Un bambino ... ti si aggrappa in questo momento

Conosci il fatping? È il più incrinato dei riflessi ... Solo poche ore, e le sue piccole manette delicate si aggrappano al grande sguardo del papà ... Non c'è bisogno di provare a convincerlo che questo è un riflesso! In particolare, mettendo il dito nel palmo del bambino, deve causare una chiusura delle dita e una presa che a volte può sollevare con entrambe le mani. Questo riflesso persiste fino a 3 mesi per la mano. L'affaticamento mostra che la necessità di contatto è ben iscritta nei suoi geni!

4. Un bambino, sorride tutto solo ... agli angeli!

Dal riflesso, il sorriso agli angeli è una vera delizia! Il tuo bambino di solito ha gli occhi chiusi e risponde a una sollecitazione: la tua voce, la percezione del tuo respiro, il contatto fisico ... Sono circa 6 settimane che sarà in grado di farti un vero sorriso!

5. Un bambino, a volte pesce

Il tuo bambino a volte guarda la punta del naso? State tranquilli, a questa età lo "strabismo" è normale: è dovuto all'immaturità dei suoi muscoli oculari. La sistemazione per la visione binoculare viene effettuata dopo otto settimane. D'altra parte, non deve persistere oltre. È quindi necessario un esame oftalmologico.

6. Un bambino, è un vagabondo mentre dorme!

È vero che gigola molto quando dorme questo bambino! Durante le sue prime settimane di vita, il suo sonno include quasi il 60% di sonno irrequieto (che diventerà, a partire da 2 mesi, un vero sonno paradossale, animato da sogni come nell'adulto) durante il quale si muove, si dimena, scuote gli arti , i suoi occhi dietro le palpebre socchiuse e il gemito ... Tanto che sei tentato di prenderlo tra le tue braccia, credendo che da qualche parte provi dolore. Soprattutto no! Lui sogna! Il tuo intervento lo avrebbe solo svegliato e gli avrebbe impedito di prendere l'abitudine di collegare le sue diverse fasi del sonno. Che cosa sta sognando? Forme, immagini, sensazioni ... Difficile saperne di più!

7. Un bambino, può nascere con un dente

Molto prima della nascita, gemme a forma di campana si svolgono in ciascuna mascella. Quindi è inconcepibile che un piccolo dente mostri molto presto la fine del suo smalto. Tale era il caso di Luigi XIV e Napoleone. Ma questa precocità non è di buon auspicio per la crescita futura del bambino ... né per il suo glorioso destino! Se si tratta di un dente pretermine, cadrà da solo nei primi giorni, altrimenti persisterà fino all'età di 6 anni. E senza imbarazzo se stai allattando!

8. Un bambino, che è buchi nella testa ...

Il cranio del bambino è fatto di ossa cartilaginee separate da morbide suture. Questi si allargano davanti alla fontanella anteriore (a rombo) e nella parte posteriore alla fontanella posteriore (piccola e triangolare). Queste due fontanelle consentono una certa flessibilità del cranio durante il parto. Quello che ti preoccuperà è quello grande nella parte superiore del cranio. Ogni volta che il tuo bambino piange, tossisce o urla, la pelle che la copre viene allungata e bombardata. Questo è normale e, contrariamente a quanto si può pensare, quest'area non è molto fragile. La fontanella anteriore si chiuderà gradualmente tra 8 mesi e 2 anni, mentre la fontanella posteriore di solito scompare in 8 settimane.

9. Un bambino, sbava

Crachotis, piccole bolle all'angolo del labbro ... passi il tuo tempo a cercare un tessuto morbido per tamponare la sua bocca! Nessun problema, questi inconvenienti dei primi mesi sono temporanei. Le ghiandole salivari iniziano a funzionare dalle 8 alle 10 settimane dopo la nascita. Questa quantità di liquido che il tuo bambino scopre in bocca lo sorprende, ma non ha il riflesso di ingoiarlo. Lo lascia fluire verso l'esterno! Gli ci vorrà circa un mese per acquisire l'automatismo da ingoiare. Da 3 mesi, diventa in grado di "gestire" la sua saliva. Inoltre, lo produce solo in grandi quantità ai pasti, per facilitare il processo di digestione. A parte queste cime, il volume di saliva rimane basso e il tuo bambino la deglutisce senza accorgersene!

10. Un bambino, ha la mania di gettare tutto a terra

E vlan! Ecco di nuovo il cucchiaio sul pavimento! Con questo piccolo gioco di "buttare tutto", impara a dominare l'assenza. Lanciando l'oggetto lontano da lui, crea una distanza, un'assenza che sente anche quando ti allontani da lui. È come se stesse domando la sua angoscia. Allo stesso tempo, tuo figlio esplora il mondo: un cucchiaio non produce lo stesso suono di un orsacchiotto quando cade a terra. Non ci vorrà molto per notare che alcuni oggetti si rompono, rimbalzano ...

11. Un bambino, ha gli occhi che cambiano colore

Il colore degli occhi è determinato dalle cellule del pigmento, o melanociti, dell'iride. Queste cellule producono un pigmento marrone, la melanina, lo stesso pigmento che dona colore alla pelle o ai capelli del bambino.
Alla nascita, i bambini hanno spesso gli occhi azzurri, perché la loro iride è ancora priva di melanociti. Nel tempo, produrranno i loro pigmenti e l'iride cambierà colore. Uno strato sottile di queste cellule produce un colore giallo. Combinando con il blu, compaiono altri colori: verde, marrone chiaro. Quando ci sono molti melanociti, l'iride appare marrone o nera.
Una regola generale: se gli occhi chiari si scuriscono spesso, gli occhi scuri non si schiariscono.

12. Un bambino fa sempre schifo

La punta dell'orecchio del suo orsacchiotto, l'etichetta del tuo panciotto ... Il tuo bambino succhia o mastica ciò che gli passa a portata di mano, quasi tutto il giorno. Già nella pancia, il tuo bambino ha avuto il riflesso di succhiare. Questo movimento di suzione non ha nulla a che fare con quello usato per nutrire. È più veloce e meno regolare del movimento dei nutrienti. Fino a 4-6 mesi, questa suzione non nutritiva è essenziale perché aiuta a regolare la deglutizione e la respirazione. A partire da 6 mesi, succhiare, deglutire e respirare diventeranno azioni coordinate e volontarie.

13. Un bambino, gli piace il rosso

All'età di 2-3 mesi, l'acuità visiva del bambino raggiunge 1/10? E. Il suo campo visivo sembra ancora un tunnel, che si allargherà gradualmente in un cono. A 2 mesi, a una distanza di 60 cm, questo campo visivo è di circa 30 °. A 6 mesi, andrà a 60 °. È in questo momento che il tuo bambino scopre la passione per tutto ciò che è colorato. Prima rosso e verde, poi verde e giallo. La retina del bambino ha già 6 milioni di coni, che consentono di distinguere i colori e 100 milioni di bastoncini responsabili della visione in bianco e nero. Queste cellule nervose sono ancora troppo distanti per svolgere il loro ruolo in modo efficace. Saranno almeno un terzo della loro razza all'età di 3 anni e per intero solo a ... 8-10 anni.

14. A 3 mesi, un bambino ... è categorico

Esistono tutti i tipi di gatti: grigio, nero, ecc. Eppure, questa diversità non destabilizza un bambino di 3 mesi. Si rese presto conto che appartenevano tutti alla stessa categoria, quella dei gatti. È stato stabilito mostrando a bambini coppie di gatti, ogni volta diverse l'una dall'altra, su uno schermo. Quindi abbiamo mostrato loro una coppia curiosa: un gatto con un uccello. I bambini guardarono tutti più a lungo l'uccello. Il mineta non li interessava, non era nuovo: lo associavano alle immagini precedenti, lo mettevano nella stessa categoria. Bella impresa!

15. Un bambino può contare

Appena nato, il tuo bambino è già sensibile alle quantità. Come lo sappiamo? Se una foto con due punti viene proposta più volte a un neonato, si abitua e non esprime il suo interesse. Ma se poi gli mostri un'immagine con tre punti, questo è il piccolo spettatore che si anima: ha percepito la novità. Conclusione? Sa distinguere tra un insieme di due elementi e un altro di tre. Ma non aspettarti troppo: se gli chiedi di distinguere tra quattro e sei punti, non sa dove girare!

16. Un bambino che ama stare tra le tue braccia

Ne ha davvero bisogno. "Ancora tra le tue braccia, ne farai una capricciosa!" Questo riflesso ti dà fastidio? Dillo! Perché, prima di 6 mesi, se corri per prendere il tuo bambino tra le sue braccia non appena piange e se trascorre molto tempo contro di te, non rischi di fare un tiranno! Al contrario, lo aiuti a gettare le basi della sua sicurezza interiore. Il tuo bambino deve essere "contenuto". Per confortare e rassicurare, la soluzione più efficace sono le tue braccia. E questo combattimento ravvicinato con te durante i suoi primi mesi lo aiuterà ad allontanarti da te in seguito. Ma non è necessario troppo. Coccole, va bene, ma il tuo bambino deve imparare ad addormentarsi senza di te.

17. Un bambino, ti sta attaccando

La scena è un classico. Fino ad allora il tuo bambino è passato da un braccio all'altro con il suo sorriso carino. Circa 8 mesi, spaventato da uno sconosciuto, il tuo piccolo struzzo si annida la testa nel tuo collo. Se potesse parlare, ti chiederebbe: "Chi sono queste persone e cosa vogliono da me?" Questa crisi è la prima manifestazione di una lunga serie di progressi e regressioni. Si rende gradualmente conto che il suo corpo è separato da sua madre e scopre il mondo. L'ansia che prova si manifesta in una "crisi di attaccamento" ... Come aiutare? Non si tratta di rinunciare a vedere il mondo, anche se è un po 'selvaggio. Ma non si tratta di lesinare sulle coccole ... Paradossalmente, ha bisogno di questa lotta per imparare a scappare da te!

: