Tuo figlio 3-5 anni

Come scegliere l'attività extracurricolare di mio figlio?


Ben scelte, le attività praticate al di fuori della scuola favoriscono la fioritura del bambino e possono essere l'occasione per trasmettergli la direzione dello sforzo. Spiegazioni.

Dovresti iscrivere tuo figlio a un'attività extracurricolare dall'asilo?

  • Non c'è nessun obbligo! Ma se questa attività è una fonte di piacere per lui, perché no? Perché nei bambini il motore principale è piacere. Per poter investire correttamente in un'attività, deve quindi corrispondere al suo sviluppo psicologico, psico-emotivo e psicomotorio. Ad esempio, iscriversi al tennis prima dei 6 anni non ha molto senso, perché prima di questa età, le sue capacità di coordinazione del bambino non sono sufficienti.
  • Non dimentichiamo che i bambini devono giocare e rilassarsi, soprattutto perché la scuola richiede molti sforzi: adattarsi alle regole e al gruppo nella scuola materna, rispettare il giudizio e la valutazione in primario ...

Non rischiamo di accrescere la loro pigrizia lasciando che non facciano nulla il mercoledì pomeriggio?

  • Niente affatto, state tranquilli! È molto gratificante per un bambino avere un tempo "vuoto", che occuperà come desidera. Ciò sviluppa la capacità di essere soli, di inventare un gioco o storie, di ascoltare il proprio mondo interiore. A condizione, ovviamente, di non essere bloccato davanti alla televisione o al computer.

Quante attività extracurricolari possiamo considerare?

  • Nella scuola materna, è meglio non andare oltre un'attività. E in primario, due.

Il genitore o il figlio sta scegliendo l'attività?

  • Se il bambino esprime un desiderio, è bene ascoltarlo, ma può essere una buona idea aspettare un po 'prima di registrarlo, vedere se insiste un po' e se non cambia idea.
  • Se i genitori hanno identificato talenti o punti deboli nel loro bambino, possono anche guidare le loro scelte e spingerli in un percorso. Ad esempio, un bambino timido o timido può beneficiare di un'attività basata su un'espressione corporea o teatrale come il circo. Un bambino irrequieto, che ha bisogno di incanalare la sua energia, troverà piacere nel karate e nel judo. Un bambino molto socievole godrà di uno sport di squadra ... Pensa anche che la competizione può stimolare alcuni bambini ma non è adatta a tutti.

Alcuni bambini vogliono rinunciare alla loro attività durante l'anno, cosa fare?

  • Se lasciamo che si arrendano troppo rapidamente, non impareranno il significato dello sforzo, il valore dei vincoli. A meno che non ci siano gravi difficoltà, è bene incoraggiare il bambino a perseverare e sostenerlo nei momenti di scoraggiamento o affaticamento. Perché spesso, è vero negli sport, nella musica e in altri campi, il piacere arriva solo quando si raggiunge un certo livello. Non arriva dall'oggi al domani! Oltre questo traguardo, un bambino prova una vera soddisfazione personale nel superare ciò che è difficile.

Odile Amblard