Condanna di una tata e un papà

Condanna di una tata e un papà



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La scorsa settimana un'infermiera è stata condannata a una pena sospesa di 30 mesi per aver causato la morte di un bambino di 14 mesi nelle sue cure costringendolo a mangiare. Allo stesso tempo, un padre accusato di aver ucciso il suo bambino scuotendolo è stato condannato a 3 anni di prigione. (Notizie dal 14/06/11)

Una tata condannata

  • 9 settembre 2008, la piccola Nolan muore per una falsa strada del cibo mentre è sorvegliata da Maria Da Luz, un ex negoziante abituato ad aiutare i genitori del quartiere prendendosi cura dei propri figli. In custodia, ha ammesso di aver voluto mangiare il bambino " tutti i costi" per insegnargli come mangiare. Un'ammissione che in seguito ha negato.
  • Ma secondo l'accusa, l'infermiera infatti costrinse il bambino a mangiare, aprendo la bocca per introdurre cucchiai di purea di verdure e carne mista mentre lottava.
  • La corte di Créteil l'ha condannata a 30 mesi di reclusione sospesa e ora ha un divieto a vita di qualsiasi attività professionale con minori.

Baby shaken: un papà in prigione

  • Un padre, accusato di aver ucciso il suo bambino di quattro mesi nel 2008 scuotendolo violentemente, è stato condannato a cinque anni di prigione, due dei quali sono stati sospesi dalla Corte d'assise di Doubs.
  • 28 anni al momento dei fattiaveva ammesso di aver scosso suo figlio, il piccolo Enzo, per cercare di zittirlo e calmarlo mentre piangeva. Nell'arresto cardio-respiratorio quando è arrivato l'aiuto, il bambino non ha potuto essere rianimato. L'autopsia ha confermato che il bambino era morto " sindrome dei bambini scossi" e che aveva già subito un simile trattamento prima.

Stéphanie Letellier