Gravidanza

Il desiderio del bambino: i nostri amici ci influenzano!


E se volere un figlio dipendesse non solo dal nostro desiderio di essere genitori, ma fosse anche influenzato dalle gravidanze dei nostri amici? Questa è la teoria di uno studio italiano, che ha avanzato il desiderio di un bambino "contagioso".

  • Il tuo migliore amico sta aspettando un evento felice? Può darsi che ti dia anche idee ... Questa è la teoria di uno studio italiano per il quale non vi è dubbio che il desiderio di bambini sia comunicato: "Gli amici hanno un ruolo cruciale nella decisione di avere un primo figlio ", spiegano gli autori dell'opera. Secondo le loro ricerche, un'amica incinta la incoraggia ad avere un bambino per tre anni, con un picco nel secondo anno. Senza dubbio il momento di iniziare una gravidanza ...
  • Per giungere a questa conclusione, i ricercatori erano interessati a "coppie" di amici, tra i 15 ei 30 anni, per un totale di 1700 donne. In tutto, 820 di loro hanno avuto un figlio. Per i ricercatori, la gravidanza di uno dei due amici ha aumentato del 20% la probabilità che la seconda sia incinta a sua volta entro due anni.

Saremmo così facilmente influenzati senza nemmeno accorgercene?

Per Nicoletta Balbo. autore di questo lavoro, questo "contagio" del desiderio di un bambino è spiegato da almeno tre ragioni:

  • Influenza sociale "Naturalmente, ci confrontiamo con i nostri amici ed essere circondati da parenti che hanno figli ci spinge a diventare genitori a nostra volta." Un comportamento di imitazione che troviamo in altri periodi della vita, ad esempio nell'adolescenza, dove scoperte e iniziazioni (sigarette, tatuaggi ...) vengono fatte all'incirca alla stessa età
  • Apprendimento e modello "Gli amici sono un'importante fonte di apprendimento e osservandoli adattarsi alle loro nuove vite e adempiere al loro ruolo di genitori, saremo in grado di affrontarli più facilmente." Un modo per renderci conto che se i nostri amici sono riusciti a diventare genitori, possiamo farlo anche noi.
  • Condividi la tua esperienza con un amico intimo chi vive la nostra stessa avventura, alcuni mesi, ridurrebbe lo stress perché la situazione non sembrerebbe allora sconosciuta. Sarebbe anche più facile per le coppie rimanere amici quando sperimentano la genitorialità allo stesso tempo. Resta da vedere se è lo stesso per i papà ...

Stéphanie Letellier

* Studio condotto a giugno 2014