E se andassi in piscina?

E se andassi in piscina?

Sport ideale durante la gravidanza, il nuoto è praticato, in linea di principio, fino alla nascita. Può anche aiutare con il parto.

Quando?

Si raccomanda di iniziare questa preparazione già dal quarto mese di gravidanza. Sarà richiesto un certificato medico senza controindicazioni.

Perché?

Adattarsi delicatamente ai cambiamenti del corpo, non sentire più la sensazione di pesantezza, alleviare il dolore pelvico alla schiena e ai legamenti, promuovere una migliore circolazione sanguigna esercitando un massaggio drenante per le gambe pesanti e imparare a controllare il respiro, il il programma è caricato!

Per chi?

Chiunque ami l'acqua, sa nuotare o no e chi è alla ricerca di una delicata attività fisica.

Come?

In un'acqua riscaldata a 29-30 ° C e per circa un'ora, un'ostetrica ti offrirà esercizi di respirazione, muscoli e legamenti che ti rilasseranno.

Dove vai

Una Federazione di attività acquatiche che si sveglia e ricrea sul sito www.fael.asso.fr, la tua maternità o il municipio di casa tua. Prima di decidere, vai a visitare la piscina e assicurati delle regole igieniche della piscina, delle docce e del guardaroba (niente capelli sdraiati nelle docce, piedi puliti, cabine ben tenute, ecc.).

Safia Amor

Consiglio +

Dopo la piscina, reidratati bevendo acqua e ricorda di portare uno spuntino (frutta secca, biscotti ...), per evitare un possibile "colpo di pompa".

Che sport incinta? Il nostro quiz


Video: IL GENERALE SWIM - SE LE COSE PARLASSERO