+
Tuo figlio 5-11 anni

Grandi parole, come reagire?


Tuo figlio ha 5-7 anni e da qualche tempo emette maleducazione. Cattiva abitudine o provocazione? In ogni caso, vorresti che si fermasse. Come fargli capire che questo comportamento non ti soddisfa. Il consiglio dei redattori.

Perché un bambino usa mai parolacce? Perché i suoi amici lo fanno? Perché ha sentito gli adulti dirlo?

  • Sì, per questi motivi, e forse per un altro: tuo figlio sta aspettando una tua reazione. Ti viene indirizzato in questo modo perché cerca di sapere dove sono i tuoi limiti. È consapevole che questi nomi di uccelli ti fanno reagire. Cerca anche di segnare la sua appartenenza al suo gruppo di amici e di differenziarsi da te. La prima volta, spiegagli con fermezza che non deve parlarti in questo modo perché è proibito a casa. Se ricomincia, ignoralo in modo che capisca che queste grandi parole non ti interessano. Vedendo che le sue provocazioni verbali non generano più reazioni da te come aveva pianificato, cesserà da solo.
  • Cosa dirgli: "Quando parli così, non ti capisco, smetto di ascoltarti."

Il bambino cerca sempre di provocare i suoi genitori?

  • No, a volte il bambino emette una parola grossa. Ripete parolacce, che senza dubbio ha sentito a scuola e che sono entrati inavvertitamente nel suo vocabolario. Questa non è provocazione.

In questo caso dovremmo reagire?

  • Sì, reagisci sempre quando il bambino fa o dice qualcosa con cui non sei d'accordo. Se ha cattive abitudini con i suoi amici, c'è ancora tempo per dargli buoni riflessi. A casa e in presenza di adulti, spiegagli che non tolleri il suo linguaggio eccessivo e che deve rispettare le regole della cortesia come tutta la famiglia. Per aiutarlo a liberarsi di questi cattivi tic del linguaggio, prendilo sistematicamente non appena una parola grossa gli sfugge, ad esempio con un segno concordato insieme. Gli farai un servizio per la sua vita futura nella società in cui la maleducazione non è mai ben vista.
  • Cosa dirgli: "Quale parola pronunci?" Penso che volevi dire "Accidenti, no?"

Ma può anche capitare che il bambino dica parolacce perché le sente a casa. Impiegandoli, cerca di valorizzare se stesso e di fare da adulti, che si tratti dei suoi genitori o dei suoi fratelli e sorelle, cosa facciamo allora in questo caso?

  • Devi essere coerente. Non puoi chiedere a tuo figlio di non dire grandi parole se sei abituato a usarle. Perché i genitori sono modelli per lui. Per aiutarlo a monitorare la sua lingua, suggerisci a tutta la famiglia di partecipare. Perché non introdurre un sistema salvadanaio in cui tutti metteranno 10 centesimi quando dice una parolaccia? Fargli perdere le sue cattive abitudini (e tu, le tue ...) dal gioco è una buona soluzione.

Stéphanie Letellier

 


Video: Vasco Rossi - Quante Volte (Gennaio 2021).