Benessere

Non parla della sua giornata. Perché?


Non parla della sua giornata. Perché? Perché la sua giornata è stata piena di emozioni e non vuole, o non può, esprimere tutto ciò che ha vissuto nelle ultime ore.

Perché ha anche bisogno di coltivare il suo giardino interiore per differenziarsi da te, che è di per sé coerente poiché sta costruendo la propria personalità.

D'altra parte, se ti sembra sempre triste quando torni a casa da scuola, non ritardare le tue indagini. Prendi un appuntamento con l'insegnante. Potrebbe aver notato qualcosa.

Ogni notte, si immerge il naso nel piatto

È una lunga e dura giornata di lezione. Immagina trenta come te, riuniti per quasi sei ore nella stessa stanza. Con come leader delle truppe uno o un adulto, che - va detto - il brutto default (una necessità per grandi) ripetere 3 o 4 volte la stessa cosa. E poi è senza contare il piccolo Balthazar che ti accompagna costantemente in piedi, il grande Arthur che mangia i suoi boogers e la piccola Alice che piange ogni mattina e che, all'improvviso, scatena il pianto di metà la classe. No, non è facile per i più piccoli all'asilo. Andresti in un club dopo una giornata del genere?

Carole Renucci

Scopri altri suggerimenti.