+
Il tuo bambino 0-1 anno

"Parla" già!


Parlare con suoni, parole, frasi richiede molte abilità. Il tuo bambino li acquisirà senza difficoltà durante i suoi primi anni. In questi primi tre mesi, si sta già esprimendo a modo suo.

Alla nascita ... quello che ti dice

  • Per il momento, bisogna ammetterlo, il suo repertorio è piuttosto limitato! In termini di parlare, il tuo neonato si accontenta di pianti e lacrime. Ma già, le sue prime manifestazioni vocali possono assumere diversi significati, dalla fame al dolore alla rabbia. Questa è una comunicazione, sicuramente embrionale, ma molto reale.
  • Lui dimostra ... che i suoi organi di linguaggio non hanno ancora raggiunto la maturità. In effetti, il condotto vocale del neonato non presenta la curvatura ad angolo retto essenziale per lo sviluppo del linguaggio articolato: per lui, questo organo ha piuttosto la forma di un arco. Anche la sua lingua è molto fastidiosa, perché è grande e occupa gran parte della bocca. Infine, i muscoli necessari per la parola, in particolare quelli che controllano le labbra, non sono completamente operativi. Ecco perché il tuo bambino non parla dalla nascita!

Alla nascita ... quello che sente

  • Qualche giorno fa un bambino fa la differenza tra due sillabe vicino come "ba" e "da", o tra "biba" e "babi". Come lo sappiamo? Grazie al lavoro dei ricercatori. Quest'ultimo ha fatto sentire ai bambini il suono "ba", più volte di seguito. Inizialmente, i piccoli ascoltatori hanno succhiato avidamente le loro lecca-lecca, un segno del loro interesse. Quindi, stanchi della melodia, rallentarono il ritmo. Ma, non appena sono stati inviati un nuovo suono, in questo caso "da", hanno succhiato più bello, la prova che avevano percepito la novità.
  • Lui dimostra ... che non si accontenta di essere passivo di fronte alle voci che percepisce intorno a lui. Comincia immediatamente a estrarre suoni, dalle parole che sente, anche se, ovviamente, non è affatto consapevole di ciò che sta facendo. Il tuo bambino impara molto presto alla lingua, a sua insaputa o quasi! Non sorprende, dal momento che il suo cervello è programmato per questo: l'omino è nato con disposizioni scritte nel suo codice genetico per "trattare" la lingua.

Come rispondergli

  • Nell'immediato futuro, il tuo bambino non riesce a comunicare con le parolenon può risponderti in modo intelligente. Ma ciò non dovrebbe impedirti di parlargli: capiamo che non esita a dissezionare e analizzare tutti i suoni nei messaggi che gli invii!
  • Non esitate a presentarlo a tutte le altre forme di comunicazione non verbale : lo sguardo, i gesti, il tocco, le carezze, le espressioni del viso. Sono supporti molto importanti del linguaggio che non possono esistere senza di loro.

> Pagina successiva: a 2 mesi, cosa ti dice

1 2