6 domande sul baby park

6 domande sul baby park

Pratico e spesso apprezzato dai bambini non appena si siedono, il parco può fornire molti servizi. A cosa serve? Come sceglierlo, usarlo? Andiamo in giro in 6 domande.

1. Il parco, a che età mettere il suo bambino?

  • Puoi mettere il tuo bambino in un parco per 6-7 mesi, non appena il bambino è seduto. Non ha senso metterlo troppo presto: è buono sulla sua sdraio o sdraiato su una coperta posata a terra. L'età d'oro del parco è di 9-12 mesi, l'età in cui il bambino vuole alzarsi e fare pratica muovendo i suoi primi passi lungo un supporto stabile.

2. A cosa serve il parco?

  • Permette al tuo bambino di rafforzare braccia e gambe: afferrando le pareti del suo parco, sarà in grado di sollevare i glutei da terra tirando le braccia e spingendo sulle gambe. Sperimenta così di alzarsi in un posto sicuro. Armeggia, cade all'indietro, si alza ...
  • Il parco gli permette di muoversi inizialmente con entrambe le mani, poi con una mano, secondo la tecnica chiamata "cabotaggio". Di fronte al vasto mondo, solo il parco dà al tuo bambino la sensazione di andare in giro per un territorio, come un grande.
  • Gli dà l'opportunità di sperimentare dentro e fuori, quando lancia oggetti "fuori" dal suo parco, tra gli altri. Chi sarà abbastanza gentile da riportarli all '"interno"? Indovinate ...
  • Gli offre una relativa autonomia. Nel suo parco, tuo figlio si trova in un posto tutto suo: i grandi non hanno il diritto di entrare! Può tranquillamente fare i suoi esperimenti senza essere costantemente sotto lo sguardo dell'adulto.
  • Garantisce la sua sicurezza. Il cellulare o il telefono squilla, una padella è sul fuoco e il tuo bambino gattona a carponi ... Avere il riflesso per installarlo nel suo parco. Molti incidenti domestici possono essere evitati.
  • Fai attenzione, tuttavia, il parco non è lì per garantire la tua sicurezza, non è un "garage per bambini". È meglio allontanarsi dagli oggetti che tieni piuttosto che mantenere il tuo piccolo esploratore in un posto sicuro non appena può muoversi.

3. Che tipo di parco scegliere per il bambino?

  • Oggi c'è una moltitudine di modelli, plastica, metallo, cuscino, rete, legno, questi ultimi due sono i più utilizzati.
  • Il modello più ricco è senza dubbio il parco tradizionale con barre di legno. Il parco netto ha un uso limitato: è adattato al minimo dall'assenza di una superficie dura che evita gli shock. Ma poi, questa flessibilità diventa uno svantaggio: quando il bambino vuole alzarsi, non garantisce una buona presa come la barra di legno. Ha una superficie molto più piccola rispetto al parco in legno. All'inizio, finché il bambino non si alza, è meglio rivestire il parco con cuscini di legno.
  • Per quanto riguarda la sicurezza, verificare sempre che il modello scelto includa (sul prodotto stesso o sulla confezione) le parole "in conformità con i requisiti di sicurezza" attestanti che il prodotto è conforme alle norme definite dal decreto del 20 dicembre 1991 relativo agli articoli. di assistenza all'infanzia.

4. Come apprezzare il baby park?

  • Usandolo a piccole dosi ... Alcuni bambini adorano il loro parco e possono rimanere lì a lungo, ma la maggior parte delle volte, dopo mezz'ora, vogliono fare qualcos'altro. Ricorda di installare giocattoli, peluche, libri, un cavalletto ... in questo parco. Questo spazio deve offrire una ricchezza di oggetti che il tuo bambino non trova altrove (ma ovviamente non c'è dubbio che mettere una valanga di oggetti che potrebbe sii pericoloso, tutto è nella misura).
  • Cerca di sistemare il parco nella stanza in cui ti trovi, perché molti piccoli residenti nel parco sono in realtà bambini a cui non piace stare da soli. Infine, non usare mai il parco quando sei un po 'arrabbiato con il tuo bambino: sarà presto assimilato a una punizione.
  • Il tuo bambino non apprezza ma non è affatto questo "recinto"? Non insistere! Migliaia di bambini sono passati dal parco e hanno trovato punti di supporto attorno a loro per alzarsi: sedie, tavolini ... Assicurati solo che questi oggetti siano abbastanza stabili da non crollare sotto il peso di il tuo camminatore apprendista.

5; È un acquisto indispensabile?

  • La vita del parco è breve, solo pochi mesi. Poiché rimane un investimento relativamente costoso, molti ma-men sono riluttanti a fare il grande passo. Se non conosci nessuno che possa prestartelo, prova a trovarne un secondo, passa un annuncio al vivaio, al forno ... Ancora una volta, assicurati che includa le parole "conforme ai requisiti di sicurezza ". Fai attenzione, ad esempio, ai modelli in legno più vecchi le cui cerniere in ferro possono pizzicare le dita ... Perché non collaborare con una mamma di un bambino più piccolo? Lo compri per due e te lo presti per tempo.

6. Il parco, quanti anni hai?

  • Non appena il tuo bambino cammina con sicurezza, non gli piace più stare nel suo parco. Quest'ultimo diventa per lui una prigione, un ostacolo alla sua sete di scoperta. Il parco è diventato troppo piccolo per il suo gusto di esplorazione. È utile tenerlo per qualche tempo anche quando è necessario conoscerlo in sicurezza. Se hai spazio, puoi mantenerlo installato e usarlo come una lanugine. Più tardi, tra 18 mesi e 2 anni, il tuo bambino si divertirà a tornare, arrampicandosi sulle sbarre da solo: verrà a cercare un rifugio, un accogliente bozzolo, proprio come farebbe con una piccola cabina. I bambini adorano i luoghi chiusi, purché non si sentano prigionieri ...

Laurence Dibarrat

Leggi anche: i migliori passeggini