7 tracce per gestire i tablet

7 tracce per gestire i tablet



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Abbiamo tutti paura che i nostri figli diventino dipendenti da video, tablet e altri schermi. Ecco alcune regole da impostare a casa in modo che tutti possano godere di tutti i vantaggi dei tablet senza abbandonare giochi, letture o sport!

  • 1. Prima regola di base che si applica anche ai genitori: tablet e telefoni sono vietati durante i pasti!
  • 2. Dare priorità: nei giorni festivi, quando è bello, priorità alle attività da svolgere all'aperto. Piove? Svilupperai la regola!
  • 3. Se hai più di un bambino, imposta i tempi di utilizzo che corrispondono al loro ritmo: se uno è mattiniero, la mattina presto sarà la sua "pausa tablet" per lui. Se un altro non fa un pisolino, questo sarà il suo momento ideale.
  • 4. Goditi i fine settimana e le vacanze per fare attività con tuo figlio sul tablet: osserverai come lo usa, capirai cosa gli piace. Giocare con lui sul tablet significa anche condividere un'attività che gli piace. E puoi anche portarlo a scoprire nuovi giochi, più ricchi ...
  • 5. Dopo le vacanze, probabilmente evolverai le regole per riprendere un altro ritmo. Ad esempio, niente schermi la mattina prima di scuola e la sera nei giorni feriali tranne il martedì e il venerdì. L'abitudine è facile da capire e da accettare!
  • 6. Adatterai le regole all'età dei tuoi figli: "Non esiste una ricetta magica, l'importante è che le regole siano adattate alla tua famiglia, ben spiegate e che si evolvano come e mentre i bambini si sviluppano ", ha detto lo psicologo Yann Leroux.
  • 7. Farai in modo che i tuoi figli abbiano altri interessi: Lego o disegno a casa, pony o calcio con gli amici ... "Se un bambino si rifugia in un'attività, digitale o no, potrebbe indicare che sta incontrando difficoltà o sta scappando da scuola, a casa o altrove ", afferma Yann Leroux.

Cécile Dard e Odile Amblard

Leggere anche

5 domande da porsi quando si sceglie il touchpad