+
Tuo figlio 1-3 anni

Aggressività: come si fa?


"Mio figlio di 2 anni sta combattendo o mordendo in piazza ... Mia figlia di 15 mesi mi graffia la faccia quando vengo a prenderla dall'assistente materna ..." I genitori sono spesso indifesi di fronte all'aggressione dei loro figli. Come aiutare i tuoi figli a superare questa crisi?

  • Una certa quantità di aggressività è normale durante i primi anni di sviluppo, in un momento in cui il bambino non può esprimere a parole come si sente. Afferma la sua personalità, dimostra di provare frustrazione, un disagio. Diventa consapevole della vita di gruppo, della necessità di condividere giocattoli e dell'attenzione degli adulti. Questa reazione appare ogni volta che il bambino deve attraversare una fase importante della sua evoluzione: la sua resistenza, la sua rabbia, il suo rifiuto di obbedire, sono dimostrazioni costruttive e strutturanti.

Come reagire

  • Innanzitutto, non rispondere alla sua aggressività con un'altra aggressività (mordendolo, pizzicandolo "per mostrargli che fa male").
  • Non perdere la calma (urlando o punendo).
  • Stai calmo e affettuoso. Con parole semplici, digli che capisci che potrebbe essere arrabbiato o triste ma che ci sono delle regole da seguire ("Non facciamo del male agli altri"). Accompagna queste parole con gesti teneri e pacatezza.
  • Mantenere un ambiente di vita strutturante e rassicurante, con limiti e divieti.
  • Man mano che il bambino cresce, insegnagli a mettere le parole sulle sue emozioni ed esprimerle.

Se l'aggressività persiste

  • Se diventa una modalità di comunicazione in ogni circostanza, esprime un vero disagio emotivo. È quindi un segnale di avvertimento per i genitori. Invece di concludere "Mio figlio è insopportabile", dobbiamo chiederci cosa causa questa violenza. Reagisce a troppa gravità? Vuole attirare la tua attenzione? È sconvolto dagli argomenti? È geloso? O ha richieste eccessive perché gli è stato permesso di fare troppo, cosa che ora non è più possibile?
  • Il bambino può anche riprodurre comportamenti violenti percepiti sullo schermo. L'impatto di tali immagini è ormai ben noto e in una famiglia un bambino piccolo può tendere a guardare gli stessi programmi di quelli più grandi. Presta attenzione alle parole che tuo figlio pronuncia quando è aggressivo con i suoi coetanei, nel modo in cui si comporta in quel momento. Non è insolito per lui imitare sequenze di cartoni animati o film che lo hanno impressionato molto. Sarà importante proteggere tuo figlio da questo tipo di contenuti televisivi e vigilare sul tempo trascorso davanti agli schermi.

Scopri in libreria la nuova edizione di "I rise my child"