Il tuo bambino 0-1 anno

Allattamento al seno e costipazione del bambino


"Sto allattando e il mio bambino è spesso costipato, cosa fare?" La dott.ssa Béatrice Di Mascio, pediatra, risponde alla domanda di Anabelle.

La risposta della dott.ssa Béatrice Di Mascio, pediatra

  • È importante specificare il termine costipazione. Questo non significa che non puoi inchinarti tutti i giorni, ma significa che hai difficoltà a ottenere feci dure e asciutte come gnocchi o escrementi di coniglio. Il bambino costipato è facilmente riconoscibile: fa fatica a emettere feci molto dure, si contorce per il dolore e diventa rosso mentre spinge.
  • Il transito fisiologico varia da un bambino all'altro: da 3 a 4 feci al giorno fino a 1 feci ogni 3 giorni. Non è perché il tuo bambino non si inchina ogni giorno che è necessariamente costipato. La costipazione, a rigor di termini, è molto rara nei bambini allattati al seno. Le feci sono spesso morbide, a volte addirittura liquide, al punto che possono portare a una perdita del riflesso della defecazione. Il bambino può rimanere 3 o 4 giorni senza dare alla luce. Questo è un fenomeno meccanico temporaneo che non è costipazione. L'ano rimane come una porta chiusa ma quando lo sgabello viene infine evacuato, non è duro e asciutto. Rimangono morbidi.
  • Quando lo sgabello rimane morbido, non ti preoccupare!
  • È possibile promuovere la stimolazione meccanica del transito massaggiando la pancia del bambino, sollevando le gambe. Non somministrargli acqua Hepar (consigliato in caso di vera costipazione), che potrebbe rendere le feci ancora più liquide. Se questa situazione dura quasi una settimana, è possibile aiutare il bambino a evacuare le sue feci mettendo eccezionalmente una supposta di glicerina. Questo atteggiamento non deve essere banalizzato perché la supposta può rendere l'ano del bambino ancora più pigro e mantenere l'assenza di defecazione.

Intervista di Frédérique Odasso

 

* Autore di Mio figlio dalla nascita all'asilo (Albin Michel)

Baby: tutte le risposte dei nostri esperti

Sondaggio: per quanto tempo allatti al seno il tuo bambino?