Tuo figlio 1-3 anni

Allergie alimentari: lo sfratto totale non è più l'unica soluzione


In occasione del nono congresso francese di allergologia dal 15 al 18 aprile 2014 a Parigi, la dott.ssa Christine Sauvage Delebarre, capo del dipartimento di allergie dell'ospedale Saint-Vincent-de-Paul di Lille, ha sottolineato sullo screening e nuovi trattamenti per le allergie alimentari.

Quanti bambini sono allergici a un alimento

  • In Francia, circa il 4-8% dei bambini soffre di allergia alimentare, principalmente alle arachidi, alle uova e al latte di mucca. "Queste cifre sono quasi triplicate negli ultimi dieci anni e riguardano il 90% dei casi, arachidi e noci, come gli anacardi", nota Christine Sauvage Delabarre "L'allergia al latte e alle uova è generalmente il primo ad apparire, ma nell'80% dei casi, scompariranno tra il 5 e il 7. L'allergia alle arachidi si manifesta in seguito, ma scomparirà completamente nel 10-15% dei casi ", afferma lo specialista.

Quali sono i sintomi di un'allergia alimentare?

  • Nella maggior parte dei casi, l'allergia si manifesta subito dopo l'ingestione del ciboda una reazione cutanea (eczema o orticaria), talvolta associata a gonfiore del viso, vomito e occhi arrossati e pruriginosi. Questa si chiama reazione allergica immediata o allergia acuta. Nei casi più gravi, può verificarsi shock anafilattico.
  • Succede anche che l'allergia si manifesti entro 24 a 48 ore a seguito dell'ingestione del cibo, sotto forma di eczema. Sono anche possibili disturbi digestivi. Questa è una reazione allergica ritardata o cronica.

Come viene testato l'allergia?

  • Se la reazione allergica è immediata, l'allergologo eseguirà test cutanei, chiamati "test prick". Si deposita sulla pelle del bambino gocce di estratti alimentari - o alimenti freschi - e quindi punge la pelle per penetrare nelle molecole. L'allergene viene spinto a contatto con le cellule per provocare una reazione locale. Se il bambino è allergico, la reazione (gonfiore) sarà immediata.
  • Se la reazione allergica è ritardata e i disturbi più insidiosi, lo screening verrà eseguito da un patch test. Il cibo viene applicato sulla pelle e la lettura viene eseguita dalle 48 alle 72 ore dopo.

Quali trattamenti allergici?

  • Fino ad ora, lo sfratto era l'unico trattamento possibile. Una situazione spesso molto difficile da vivere nella vita di tutti i giorni per il bambino e il suo entourage: "Lo sfratto totale è quasi impossibile perché ci sono molti allergeni mascherati e il 27% dei bambini non riconosce il proprio allergene", ha affermato Christine Sauvage Delabarre. L'unica alternativa per affrontare una reazione: avere sempre antistaminici in caso di crisi.

1 2